Tab social
Sapzio Soci_lan
facebook_lan
twitter_lan
Icon_flickr
icon_mail
 
Intestazione

News

 
29/12/2011
Nuovo limite all’uso del contante e dei titoli al portatore!
Viene fissata a 1.000 euro la soglia sopra la quale non si potranno effettuare i pagamenti in contanti.

Cambiano nuovamente le disposizioni circa l’utilizzo di denaro contante, titoli al portatore, assegni e libretti al portatore previste dalla Manovra del Governo.Cambiano nuovamente le disposizioni circa l’utilizzo di denaro contante, titoli al portatore, assegni e libretti al portatore previste dalla Manovra del Governo.

La norma serve a favorire la tracciabilità dei pagamenti per la lotta all'evasione e sarà accompagnata anche dall'introduzione di un regime tributario premiale per chi invia tutti i propri dati all'agenzia delle Entrate attraverso canali telematici. Le imprese che rispetteranno queste regole, aprendo di fatto alla trasparenza i propri conti, potranno applicare gli attuali «regimi speciali» e godrebbero anche di qualche agevolazione negli accertamenti attraverso gli studi di settore.

Nel dettaglio tutte le novità per i consumatori:

TRASFERIMENTO DI DENARO CONTANTE O DI LIBRETTI DI DEPOSITO BANCARI O POSTALI AL PORTATORE O DI TITOLI AL PORTATORE.
E’ vietato il trasferimento di denaro contante, di libretti di deposito bancari o postali al portatore, di titoli al portatore in euro o in valuta estera, di importi pari o superiori a 1.000 euro.

Il trasferimento è vietato anche quando è effettuato con più pagamenti inferiori alla soglia che appaiono artificiosamente frazionati.

Il trasferimento può tuttavia essere eseguito attraverso le banche.

ASSEGNI BANCARI, POSTALI E CIRCOLARI.
Tutti gli assegni bancari, postali e circolari d’importo pari o superiore a 1.000 euro devono recare l’indicazione del nome o della ragione sociale del beneficiario e la clausola di non trasferibilità.

Gli assegni bancari e postali, emessi all’ordine del traente (c.d. assegni a me medesimo) possono essere girati unicamente per l’incasso a una banca o a Poste Italiane, e ciò a prescindere dall’importo recato dagli stessi.
Il saldo dei libretti di deposito bancari o postali al portatore deve essere inferiore a 1.000 euro.

In caso di trasferimento di libretti al portatore, indipendentemente dal saldo, il cedente è tenuto a comunicare, entro 30 giorni, alla banca emittente, i dati identificativi del cessionario, l’accettazione di questi e la data del trasferimento.
I libretti di deposito bancari o postali al portatore con saldo pari o superiore a 1.000 euro, esistenti alla data di entrata in vigore della nuova normativa, devono essere estinti dal portatore ovvero il loro saldo deve essere ridotto a una somma inferiore al predetto importo entro il 31 marzo 2012.

Si invita pertanto la clientela a voler prendere nota di tali disposizioni al fine di evitare, in caso di violazione delle stesse, la conseguente applicazione delle relative sanzioni amministrative pecuniarie le quali sono state ultriormente inasprite.

Per tutte le informazioni potete rivolgervi alla Vostra Filiale Bcc.