Tab social
Sapzio Soci_lan
facebook_lan
twitter_lan
Icon_flickr
icon_mail
 
Intestazione

News

 
10/10/2016
Un pool di Iccrea e 5 BCC finanzia l’acquisto e la ristrutturazione dell’Istituto Barellai – ex Ospizio Marino di Grado
10,9 milioni di euro a favore della cooperativa Grado Riabilita per l’acquisto e la gestione dell’importante Istituto fisioterapico-riabilitativo che riprenderà le assunzioni

10,9 milioni di euro a favore della cooperativa Grado Riabilita per l’acquisto e la gestione dell’importante Istituto fisioterapico-riabilitativo che riprenderà le assunzioni

Staccato l’assegno del valore di 10,9 milioni di euro per far riaprire e ripartire l’Istituto Barellai (ex Ospizio Marino di Grado). L’importante operazione si è realizzata grazie all’intervento di Iccrea BancaImpresa (la banca corporate del Credito Cooperativo – Gruppo bancario Iccrea) in pool con altre 5 Bcc del Friuli Vg (Banca di Udine in qualità di proponente e coarranger, Bassa Friulana, Credifriuli, Fiumicello ed Aiello e Staranzano e Villesse).

Beneficiaria del finanziamento, a medio lungo termine e di natura ipotecaria, è la Cooperativa Grado Riabilita, presieduta da Franco Bosio, che ha così acquistato l’immobile direttamente dalle mani del commissario liquidatore, Enrico Guglielmucci.

Con questa operazione le Banche Credito Cooperativo insieme a Iccrea BancaImpresa, confermano il proprio sostegno alle economie dei territori anche sotto il profilo dello sviluppo sociale, affiancandosi alle realtà che investono per offrire al pubblico servizi sanitari moderni ed efficaci e dimostra la capacità di intermediare, anche questa volta, operazioni complesse e di rilievo.

L’operazione in pool è destinata sia a finanziare i costi relativi all'acquisto (e, in parte, quelli di ristrutturazione della struttura immobiliare, inclusi arredi, attrezzature e impianti di pertinenza), sia a sostenere Grado Riabilita nell'avvio dell'operatività dell'Istituto fisioterapico-riabilitativo, dotato complessivamente di 79 posti letto. Dopo oltre sei anni di stop, l’avvio delle attività consentirà alla cooperativa, inoltre, di riassumere il personale in forza all’ex Ospizio Marino.